Urta contro un basolo, la colpa non è del Comune

Molto lo spavento per un automobilista che, mentre è alla guida della propria auto in provincia di Lecce nel maggio 2011, si trova in mezzo alla strada un basolo staccatosi dal cordolo stradale e vi urta con il proprio mezzo. Fortunatamente i danni sono limitati al veicolo, mentre il conducente rimane illeso.

Data la situazione che ha causato l’incidente stradale, l’uomo alla guida del mezzo richiede un risarcimento danni al Comune di pertinenza che, a suo dire, non avrebbe provveduto adeguatamente alla manutenzione e alla messa in sicurezza della strada. Richiesta però respinta dai Giudici del Tribunale in quanto il contesto avrebbe consentito al guidatore di evitare facilmente l’imprevisto ostacolo, se solo fosse stato più diligente alla guida.
Sentenza rimarcata anche dalla Corte di Cassazione che sottolinea come “le condizioni di tempo e di luogo”, ossia “mattina di maggio, condizioni di tempo buone, assenza di flussi di traffico contrari, avrebbero dovuto comportare da parte del conducente un adeguato livello di diligenza nella guida della vettura, con conseguente agevole preventiva individuazione dell’insidia costituita dal basolo staccatosi dal cordolo”.
Il Comune vede così scongiurato il pericolo di dovere versare un corposo risarcimento all’automobilista.

Leggi altro su:

logo Infortunistica Tossani