Danni da vaccino antipolio

Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani

Richiesta di risarcimento entro i 3 anni

A stabilirlo è la Suprema Corte di Cassazione nella sentenza 27101/18, depositata il 25/10/2018.

Questa sentenza deriva dalla richiesta di risarcimento di una donna danneggiata irreversibilmente dal vaccino antipolio.

La richiesta della donna è stata accolta, in quanto rispetta i tempi previsti dalla legge per chiedere un risarcimento legato ad un vaccino non obbligatorio.

Il Ministero della Salute ha presentato ricorso, sostenendo l’intempestività della domanda: il Ministero affermava che la donna, essendo stata in cura presso un centro specializzato sin da bambina, avrebbe potuto segnalare prima eventuali danni causati dal vaccino e sosteneva dunque che la domanda presentata dalla stessa avesse ormai superato il termine temporale di decadenza.
Questo ricorso è stato però rigettato dalla Corte d’Appello prima e da quella di Cassazione poi.

La legge, in genere, prevede un indennizzo per chiunque abbia riportato lesioni o infermità a causa di vaccinazioni obbligatorie. Indennizzi a cui hanno diritto sia i soggetti contagiati da HIV in seguito a trasfusioni sia chiunque presenti danni irreversibili da epatiti post-trasfusionali.

Tali regole sono considerate applicabili anche per il vaccino antipolio, nonostante questo non sia un vaccino obbligatorio: il limite massimo per la domanda di risarcimento è infatti fissato dalla legge a 3 anni “dal momento in cui l’avente diritto risulti aver avuto conoscenza del danno”.

Queste misure di indennizzo nello specifico non sono destinate, come quelle risarcitorie, a riparare un danno ingiusto, quanto piuttosto a ricompensare il sacrificio individuale di pochi a favore di un vantaggio per la collettività.

Per maggiori approfondimenti, esplora la sentenza integrale pubblicata.

Tag# Malasanità

Articoli Correlati

Urta contro un basolo, la colpa non è del Comune

Un basolo in mezzo alla strada è responsabile di un incidente stradale. La responsabilità non viene riconosciuta al Comune.

Leggi tutto

strada Bologna articolo blog, Infortunistica Tossani

Incidenti stradali: aumentano le vittime, le statistiche in Italia e a Bologna

Nel 2015 i morti per incidenti stradali in Italia sono stati 3.419, mentre a Bologna se ne contano 25. Scopri le statistiche Istat e del Comune.

Leggi tutto

auto incidentata fuori strada in un fosso, incidente strale, infortunistica Tossani

Incidente stradale: un caso di danno permanente senza risarcimento da lucro cessante

Dopo aver subito un danno permanente in seguito ad un incidente stradale, una donna non riesce ad ottenere il risarcimento da lucro cessante.

Leggi tutto

Contatta il nostro team

logo max88 racing team
logo sindacato autonomo di polizia
logo U.P.A. Federimpresa
logo C.R.A.L. del Palazzo di Giustizia di Cagliari