Danni da vaccino antipolio

Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani Medico riempie una siringa, Infortunistica Tossani

Richiesta di risarcimento entro i 3 anni

A stabilirlo è la Suprema Corte di Cassazione nella sentenza 27101/18, depositata il 25/10/2018.

Questa sentenza deriva dalla richiesta di risarcimento di una donna danneggiata irreversibilmente dal vaccino antipolio.

La richiesta della donna è stata accolta, in quanto rispetta i tempi previsti dalla legge per chiedere un risarcimento legato ad un vaccino non obbligatorio.

Il Ministero della Salute ha presentato ricorso, sostenendo l’intempestività della domanda: il Ministero affermava che la donna, essendo stata in cura presso un centro specializzato sin da bambina, avrebbe potuto segnalare prima eventuali danni causati dal vaccino e sosteneva dunque che la domanda presentata dalla stessa avesse ormai superato il termine temporale di decadenza.
Questo ricorso è stato però rigettato dalla Corte d’Appello prima e da quella di Cassazione poi.

La legge, in genere, prevede un indennizzo per chiunque abbia riportato lesioni o infermità a causa di vaccinazioni obbligatorie. Indennizzi a cui hanno diritto sia i soggetti contagiati da HIV in seguito a trasfusioni sia chiunque presenti danni irreversibili da epatiti post-trasfusionali.

Tali regole sono considerate applicabili anche per il vaccino antipolio, nonostante questo non sia un vaccino obbligatorio: il limite massimo per la domanda di risarcimento è infatti fissato dalla legge a 3 anni “dal momento in cui l’avente diritto risulti aver avuto conoscenza del danno”.

Queste misure di indennizzo nello specifico non sono destinate, come quelle risarcitorie, a riparare un danno ingiusto, quanto piuttosto a ricompensare il sacrificio individuale di pochi a favore di un vantaggio per la collettività.

Per maggiori approfondimenti, esplora la sentenza integrale pubblicata.

Tag# Malasanità

Articoli Correlati

protezioni guard-rail motociclisti incidenti stradali infortunistica tossani

“Guard-rail ghigliottina”: come proteggere i motociclisti?

Tecnicamente progettati per sostenere auto e camion, i guard-rail sono invece estremamente pericolosi per motociclisti e ciclisti. Scopri come mai.

Leggi tutto

Alcol e guida: basta un test

Se una persona viene fermata dalla Polizia Stradale ed è in evidente stato d’ebbrezza, è sufficiente un singolo alcol test per condannarla.

Leggi tutto

Donna al volante articolo del blog, Infortunistica Tossani

Meno incidenti stradali se c’è una donna alla guida

Dalle statistiche emerge che le donne al volante provocano meno incidenti stradali rispetto agli uomini. Scopri di più nel nuovo articolo di Tossani!

Leggi tutto

Contatta il nostro team

logo max88 racing team
logo sindacato autonomo di polizia
logo U.P.A. Federimpresa
logo C.R.A.L. del Palazzo di Giustizia di Cagliari