Incidente stradale: consegnare sempre subito la constatazione amichevole

In caso di incidente stradale con un altro veicolo (che non sia un ciclomotore) – sia nel caso in cui si sia subito l’incidente che nel caso in cui si sia causato – è obbligatorio informare per iscritto la propria Compagnia assicuratrice.

Se si è responsabili dell’incidente stradale bisogna informare la propria assicurazione entro 3 giorni dalla data del sinistro.

È caldamente consigliabile informare la propria assicurazione anche se si ritiene di non essere responsabili dell’incidente, altrimenti l’assicuratore si baserà sulle dichiarazioni e prove della controparte.

Se si è in possesso della constatazione amichevole bisogna considerarla un documento da consegnare al proprio assicuratore prima della citazione in giudizio.

Ciò non solo per informarlo delle circostanze, modalità e conseguenze del sinistro, ma anche per consentirgli la liquidazione stragiudiziale del danno.

Questo cosa significa?

Generalmente un atto di citazione per un incidente stradale avviene quando il danneggiato chiede una determinata cifra quale risarcimento per il danno subito e la Compagnia assicurativa non la ha corrisposta, oppure ne ha corrisposto una minore.
Se la denuncia dell’incidente stradale con la relativa constatazione amichevole dovesse giungere all’assicuratore solo nel corso del giudizio intentato nei suoi confronti, allora verrà considerata meramente un indizio. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 22415/17 depositata il 26 settembre.