Tossani e l’Uomo Vitruviano: risarcimento e persona al centro

L’uomo è il nostro centro, la nostra priorità.

L’opera d’arte di Leonardo Da Vinci, “L’Uomo Vitruviano”, ci è sembrata l’immagine che meglio poteva rappresentare questo concetto. Da qui la scelta di adattarlo e stilizzarlo come logo della Infortunistica Tossani.

Quando una persona incorre in un incidente – che sia un incidente stradale, un infortunio sul lavoro, un danno occasionale, o condominiale o dovuto a responsabilità altrui, ad esempio medica – si rivolge a professionisti da cui spera di ottenere aiuto nel ricevere il massimo risarcimento danni che gli spetta.

Molto spesso però, rivolgendosi a professionisti privati e non ad aziende strutturate e dedicate, si trova a dover anticipare soldi anche solo per una consulenza o a dover attendere tempi molto lunghi per le varie assistenze medico-legali o per le visite specialistiche. Molte persone che si sono rivolte a noi dopo una esperienza negativa hanno infatti lamentato l’incapacità di un singolo professionista di assisterle in maniera efficiente.

Anche per questo motivo esiste la nostra attività: da sempre noi ci preoccupiamo di dare priorità ai bisogni delle persone che subiscono un incidente. I problemi delle persone sono il centro del nostro lavoro: orientiamo la nostra attività professionale verso le necessità di chi si trova in difficoltà. Come prima cosa le incontriamo e parliamo con loro senza chiedere denaro in cambio: le persone hanno diritto a capire se e come ottenere un risarcimento senza dover pagare per questo! Dopodiché il nostro team si attiva affinché le visite specialistiche necessarie non siano uno scoglio insormontabile: infatti anticipiamo le spese. Siamo poi attivi anche per dare consulenza legale. Insomma sostenere la persona a tutto tondo offrendo un servizio che la ponga al centro.

“L’Uomo Vitruviano” ben rappresenta questa nostra missione

L’opera rappresenta uno studio di proporzioni del corpo umano inserito nel cerchio e nel quadrato, le figure geometriche ritenute perfette da Platone, disegnate però non concentriche, bensì costruite in relazione tra loro secondo i modi della Sezione Aurea.
Il centro del cerchio coincide con l’ombelico, ad indicare l’origine spirituale, mentre quello del quadrato con i genitali andando ad indicare invece l’origine fisica. L’opera d’arte viene considerata rappresentativa dell’intero Umanesimo: è la sintesi perfetta del corpo e della mente, della parte umana e di quella divina racchiusa nell’uomo.
Alla visione medievale della vita, che poneva Dio al centro dell’Universo e imponeva all’uomo una totale sottomissione al volere e al potere della Chiesa, gli umanisti contrappongono una visione in cui l’uomo è posto al centro dell’Universo ed è considerato artefice, padrone del proprio destino, libero di compiere tutto ciò che progettava.

Il centro del nostro lavoro è l’uomo, la persona e i suoi bisogni. Specie nei momenti di difficoltà – che sono poi quelli in cui le persone si rivolgono a noi.
I servizi che offriamo sono infatti accessori alle esigenze della persona che a noi si rivolge: tutto ruota intorno alle necessità delle persone. Solo così infatti è possibile aiutare concretamente e riuscire ad ottenere il massimo risarcimento possibile in caso di incidenti o infortuni.
Almeno noi la pensiamo così.