SpyPen ai poliziotti: Infortunistica Tossani finanzia il progetto

Provare inequivocabilmente l’innocenza degli agenti davanti ad accuse infondate” ha detto Gianni Tonelli, segretario generale del SAP (Sindacato Autonomo di Polizia), riferendosi alle SpyPen consegnate ad alcune centinaia di poliziotti iscritti al sindacato.

Che cos’è esattamente la spypen?

La SpyPen, come fa desumere il nome, è una penna da taschino capace di “spiare” ciò che succede intorno. È infatti dotata di una telecamera e di un registratore ed è in grado di video-fono registrare in maniera accurata e discreta. Dalla penna si possono poi scaricare video o foto.

Questo strumento permette agli agenti di avere un alibi quando devono difendersi da accuse ricevute. Ma al contempo è anche una tutela per il cittadino.

Noi di Infortunistica Tossani abbiamo da subito sostenuto questo progetto

Abbiamo infatti finanziato l’acquisto di 100 SpyPen (ciascuna costa almeno 50€). Il SAP, a livello nazionale invece, stima di aver distribuito circa 15000 SpyPen.

Riteniamo che sia fondamentale ‘difendere i difensori’ come recita lo slogan del SAP – ha spiegato Francesca Tossani, Presidente della nostra Infortunistica – . L’infortunistica Tossani, che da più di 60 anni è vicina ai cittadini per la difesa dei loro diritti, mettendo il valore dell’uomo al centro di tutto, ha ritenuto giusto e di fondamentale importanza dare un supporto agli operatori di Polizia, tutelando in questo caso anche coloro che quotidianamente difendono il cittadino”.