Incidenti stradali: aumentano le vittime, le statistiche in Italia e a Bologna

Nel 2015 i morti per incidenti stradali in Italia sono stati 3.419.

Il dato è stato rilevato dall’Istat in un rapporto pubblicato a luglio 2016. In tutto, durante l’anno passato, gli incidenti stradali sono stati 173.892 e i feriti 246.050.

Per la prima volta dal 2001 è cresciuto il numero di vittime (+38, pari al +1,1%). Gli incidenti registrano invece una flessione dell’1,8% e i feriti del 2,0%. Anche i feriti gravi risultano in aumento nel 2015: sulla base dei dati di dimissione ospedaliera, sono stati quasi 16 mila contro i 15 mila del 2014 (+6%).

L’aumento dei morti in incidenti stradali registrato nel 2015 ha riguardato in particolar modo i motociclisti (769, +9,2%) e i pedoni (601, +4,0%). Risultano in calo gli automobilisti deceduti (1.466, -1,7% ) così come i ciclomotoristi (106, -5,4%) e i ciclisti (249, -8,8%).

Tra i comportamenti errati più frequenti, sono da segnalare la guida distratta, il mancato rispetto delle regole di sicurezza e precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 44,0% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano, infatti, l’eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l’uso di telefono cellulare alla guida.

Anche a Bologna, storica città dell’Infortunistica Tossani, lo scorso anno sono diminuiti gli incidenti stradali con infortunati, ma sono aumentati i decessi, la metà dei quali sono pedoni. I dati sono stati diffusi dall’Ufficio di Statistica del Comune. Lo scorso anno ci sono stati 1.871 incidenti con infortunati (il valore più basso dal 1991), il 3,8% in meno rispetto all’anno prima; i feriti invece sono stati 2.459, -3,6%. I morti sono stati 25, superiori ai 18 del 2014.

Guardando i dati diffusi dal Comune risulta che il mese con il maggior numero di incidenti sia settembre, mentre quello con il maggior numero di decessi e feriti sia luglio. Il giorno della settimana più pericoloso sembra essere il mercoledì.

La percentuale dei veicoli coinvolti in incidenti stradali è diminuita, mentre è aumentato il coinvolgimento delle biciclette: +2%.